Forza d’animo e gentilezza

Lettura di un minuto
Inizia

Io e Hakeem ci siamo conosciuti nel 2013 quando lui ha iniziato a lavorare alla Special Formaggi. Era una persona molto educata, gentile, disponibile e ti accoglieva sempre con un bellissimo sorriso, cosa che ho ancora impressa nella mia mente. Ho sempre apprezzato in lui i sacrifici fatti per venire in Italia a trovare lavoro, so che per lui il viaggio non è stato per niente facile. Ne parlava con molta semplicità ma si vedeva che aveva sofferto. Alla fine però era riuscito nel suo intento e questa era la sua più grande soddisfazione. Con sacrificio e amore era riuscito ad avere un buon lavoro, una casa e qualche comfort.

Era una persona determinata e decisa. Adorava il suo lavoro di cui andava fiero, era preciso e ordinato, me ne parlava sempre con orgoglio. Anche nella malattia aveva la consapevolezza di quello che stava accadendo, ma allo stesso tempo l’affrontava con coraggio e serenità, in modo davvero esemplare.

Io stessa certe sere rientrando a casa dopo essere andata in ospedale a trovarlo mi trovavo a pensare quanta ammirazione provassi per lui, per la forza con cui affrontava la malattia senza mai lamentarsi, senza abbandonarsi mai alla tristezza. Aveva una grande forza d’animo.

Posso dire di essere stata molto fortunata ad incontrare una persona come Hakeem, prima di tutto per l’esempio di vitalità che trasmetteva a tutti e poi per il modo in cui ha affrontato la malattia, infine per i suoi modi gentili e la sua forza d ‘animo. Avrò sempre un ricordo speciale di lui.

Ti auguro tanta pace nel cuore e nell’anima. Ci mancherai, Hakeem.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Da non perdere

Sempre dritto

Una storia di lavoro e di amicizia

Amica e collega

Hakeem Omotoyosi nel ricordo di Patrizia Salmi.

Per Hakeem

Con queste parole i maestri della Scuola Frisoun hanno ricordato

Battaglie perse e necessarie

Madre ucraina, padre bielorusso, lingua russa. E un modo originalissimo

Il mio programma

Sono nato a N’Dokoro, con l’accento sulla prima “o”, a