Il naso d’aquila

Immagine realizzata da Ritej Manai.

Tanto tempo fa in Giappone c’era un tempio abbandonato. In questo tempio troviamo il Tengu e il monaco Shinyo che si incontrano e si frequentano in amicizia. Il Tengu ha un naso aquilino e le sembianze di un uomo pauroso e anziano, possiede poteri occulti e il suo habitat ideale sono le montagne. Il monaco Shinyo invece ha le sembianze di un lupo che però agisce come un uomo. Il suo habitat ideale è la foresta buia…
Una notte, un certo Zembee, un giovane fotografo, spinto dalla curiosità di incontrare un Tengu, prova a cercarlo nel tempio di Jedoji. Senza paura, Zembee cerca il Tengu in tutto il tempio. Quando lo trova lo sfida per dimostrare di essere il più forte.
«Guarda che naso hai! Il tuo naso sembra un ramo caduto da un albero: se volessi mi ci appenderei come fosse un’altalena!».
«Ah, sì?» dice il Tengu in tono sarcastico. Improvvisamente il Tengu diventa grosso grosso, cattivo e minaccioso, con braccia che si trasformano in ali, afferra Zambee e lo fa cadere per terra svenuto. Quando si risveglia si ritrova fuori dal tempio, traumatizzato, senza ricordarsi più chi è.

Immagine realizzata da Mariam Kaabachi

Marija Lisovska

Ciao! Mi chiamo Marija Lisovska e sono nata nel 2009. Sono lettone, però ho vissuto in Lituania per quasi tutta la mia vita. Mi piace viaggiare e suonare il pianoforte, l’ukulele e la chitarra. Da grande voglio diventare una fotografa perché mi piacciono molto le fotografie.

Tracy Ehizokhale

Tracy Ehizokhale: sono nata nel 2011 e faccio la scuola secondaria di primo grado qui a Nonantola. Sono molto ironica, mi piace far ridere la gente e sono molto socievole. Sono nigeriana e ne vado fiera. Faccio pallavolo e non ho ancora un ruolo. Parlo inglese, italiano e esan, la mia lingua nigeriana. Forse da grande vorrei fare l’avvocato.

Berra Ozden

Mi chiamo Berra, sono nata il 31 dicembre 2010, i miei genitori sono della Turchia. Frequento la scuola media “Dante Alighieri” e anche la Scuola Frisoun. Mi piace uscire con le mie amiche e mi piace molto ascoltare la musica. Da grande vorrei fare la psicologa.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Da non perdere

Sempre dritto

Una storia di lavoro e di amicizia

Amica e collega

Hakeem Omotoyosi nel ricordo di Patrizia Salmi.

Per Hakeem

Con queste parole i maestri della Scuola Frisoun hanno ricordato

Così lontani, così vicini

Leggere i lirici greci in una prospettiva interculturale

Guardie e ladri

La traduzione in farsi uno degli articoli più belli di