Immagine Ileana

Lasciare i ricordi dove sono

Ovvero, non disturbare i tuoi morti.

Questa storia ha pesato molto sulle mie spalle e sulle spalle della mia famiglia. Mio marito mi ha lasciato vedova a 44 anni e dopo che se n’è andato, per il rispetto che devo avere per lui, non posso dire come mi faceva sentire. Anche lui, come Angelo, era uno che se vedeva delle bottiglie se le portava alla bocca.

Però sono molto contenta per come ho lottato dopo che sono rimasta sola. Le bimbe sono diventate grandi, stanno bene e abbiamo una bella vita. E anche per questo motivo penso di lasciare mio marito dormire dov’è e di non disturbarlo con altri ricordi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo successivo

Eliseo Zoboli зі спогадів Geppe Bertoni

Articolo precedente

Un piccolo aiuto per chi scappa dalla guerra

più Frammenti

Love boat

Manuela Rocha, redattrice argentina di Touki Bouki, è arrivata a Nonantola nel dicembre dello scorso anno…

Il giardino segreto

Alle porte di Nonantola, un giardino segreto, bellissimo e la cui storia meriterà di essere raccontata…

Alla pari

Fin dall’inizio del ‘900 il lavoro alla pari (au pair, nel linguaggio internazionale) è uno dei…